Blog: http://parteattiva.ilcannocchiale.it

SITI INQUINATI IN CAMPANIA


Questa è la mappa dei siti inquinati (o potenzialmente tali) censiti nella Regione Campania. Allucinante!!! Badate bene sono solo quelli ufficiali, tutte le discariche abusive della camorra non risultano. Recentemente la Coldiretti Campania ha manifestato il suo disappunto nei confronti del piano di bonifica regionale, criticando l’esiguità dei fondi messi a disposizione per la bonifica dei siti inquinati. Probabilmente il pauroso innalzamento del tasso di tumori che si è registrato in Campania ha qualche nesso con l’inquinamento. Sono circa 2507 i siti potenzialmente inquinati solo in Campania, ma tutto ciò non preoccupa le istituzioni regionali. Una percentuale rilevante di questi siti inquinati presenta anche inquinamenti oltre che del sottosuolo anche delle acque sottostanti. Eppure ogni volte che la raccolta dei rifiuti si blocca, a causa della mancanza di inceneritori e di una seria politica di differenziazione, i mass-media si limitano a mostrare i rifiuti accantonati ai bordi delle strade, senza approfondire sulle cause di questo disastro. Certamente la camorra sta distruggendo il proprio territorio, ma in tutto ciò la politica che fa? Riproponiamo uno studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha visto la partecipazione dell’Istituto superiore della sanità, Arpa Campania, Osservatorio epidemiologico regionale e registro campano delle malformazioni congenite.

I risultati di questo studio sono terrificanti:

  • La mortalità generale in Campania è superiore alla media nazionale: 9% per gli uomini e 12% per le donne;
  • La percentuale aumenta se si parla di Tumori del fegato: 19% per gli uomini, 29%per le donne;
  • Le malattie al sistema nervoso si presentano l’83% in più della media nazionale, così come quelle delle malformazioni congenite all’apparato urogenitale: 84%.
  • Il risultati più preoccupanti riguardano le città di Acerra, Bacoli, Caivano, Giugliano, Aversa, Castelvolturno, Marcianise e Villaliterno.

Pubblicato il 12/12/2007 alle 18.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web