Blog: http://parteattiva.ilcannocchiale.it

IL METANO NEL CILENTO

La mancanza di progettualità politica nel Cilento è ormai un dato incontrovertibile. Sagre, fiere, agriturismi e bed and breackfast fantasmi, sono le uniche forme di sviluppo che il Cilento è in grado di esprimere. Eppure c’è una questione importante, quella della metanizzazione di 50 comuni cilentani (24 nella prima fase), che non gode della stessa risonanza mediatica che viene solitamente tributata ad una qualsiasi degustazione di piatti “tipici” cilentani.  E’ ormai assodato che le spese energetiche assorbono il 30-40% del budget di una famiglia media, ma ciò sembra non interessare più di tanto ai politicanti da quattro soldi che governano il Cilento. Una delibera comunale del Comune di Torraca blocca di fatto la costruzione delle condutture del metano, penalizzando ulteriormente i consumatori cilentani. Non spetta a noi sindacare il merito della delibera, né tanto meno giudicare giuste o ingiuste le ragioni addotte dall’amministrazione comunale di Torraca, ma da cilentani ci sentiamo  per l’ennesima volta danneggiati dall’incapacità politica di chi ci governa. Il potere contrattuale della politica cilentana si risolve in un campanilismo autolesionista che spiana la strada all’isolamento e all’inadeguatezza infrastrutturale del nostro territorio. Sia sul versante produttivo che su quello familiare, l’incidenza del prezzo del GPL da riscaldamento ha dei risvolti negativi: con la metanizzazione la spesa energetica registrerebbe una drastica riduzione; basti pensare che il metano costa € 0,515 al mc, mentre il GPL va dai €  2,50 al mc fino ad arrivare anche a € 3,50 al mc. Ovviamente di metanizzazione, di sviluppo ed incentivo delle fonti energetiche alternative nel Cilento, nelle continue campagne elettorali non se ne è parlato né se ne parlerà. Non perché i politicanti intenzionalmente evitano di affrontare questi temi, ma semplicemente perché non hanno la competenza e la lungimiranza adeguata per affrontarli. Meglio incentrare lo scontro politico su come ristrutturare una piazza, su dove mettere il senso unico, o meglio ancora su come spendere inutilmente i fondi europei. Di questo passo nelle strade e  nelle piazze rimodernate ci saranno soltanto ultraottantenni alle prese con discorsi sul perché il loro paese è moribondo.

Tabella comparativa costi combustibili

Per fare 10.000 Kw di energia termica sono necessari:

Il costo medio corrente dei suddetti combustibili, è il seguente:

GASOLIO = 1,10 €/litro

METANO= 0,70 €/mc 

GPL= 1,4 €/litro) – (2,50 mc)

LEGNA= 0,125 €/Kg (prezzo medio)

PELLET= 0,33 €/Kg (prezzo  medio)


Pubblicato il 1/12/2007 alle 12.25 nella rubrica SpazioCilento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web