Blog: http://parteattiva.ilcannocchiale.it

CIAO CIAO SINISTRA

Il 14 ottobre segnerà la fine dell’egemonia dei Ds nella “sinistra” italiana. Con il Partito Democratico di fatto i DS lasciano ciò che avevano di sinistra ad una moltitudine di aspiranti forze di ispirazione comunista o socialista.
La sinistra italiana è paralizzata da una contrapposizione ideologica decisamente anacronistica tra comunisti e socialisti, o meglio tra i primi e l’ideologia socialista, incautamente e antistoricamente accantonata dai figli di Togliatti con l’aiuto del Bettino “socialista, guida distruttrice del PSI.
Tre partiti di ispirazione comunista sono davvero troppi se non inutili sotto il profilo storico e politico. Se ad essi (PRC, CI, SD) aggiungiamo il nascente Partito Socialista, la frammentazione politica della sinistra può dirsi completata. Storicamente l’ideologia comunista non ha più ragion d’essere e sono davvero stucchevoli le arrampicate sugli specchi dei massimalisti italiani, che vedono nei precari di oggi gli operai di ieri. Il coraggio di superare dignitosamente gli steccati ideologici è, e non può essere diversamente,  il punto di partenza di un nuovo progetto politico della sinistra italiana. Una grande forza di ispirazione social-democratica che faccia da contrappeso al PD (DC) può evitare la deriva centrista che si profila all’orizzonte. Saranno in grado le cariatidi della sinistra più antistorica che ci sia in Europa ad evitare il proprio suicidio politico?
I neocentristi democratici, nel frattempo, stanno mollando gli ormeggi e si allontano dal porto della sinistra per approdare nella caritatevole darsena del potere. O la sinistra cambia o l’Italia dovrà rassegnarsi ad uomini di provata moralità come Mastella…l’inciucio è vicino!!


Pubblicato il 11/10/2007 alle 9.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web